38’ Speciale Castelli d’Abruzzo II – Il giardino dei miei pensieri

Copertina Castelli d’Abruzzo II

Salve cari lettori, sogno o son desta? È la realtà o sono rimasta impigliata nell’incantesimo che aleggia tra queste fiabe? Davvero siete stati così tanti ad affacciarvi tra le torri dei miei castelli? Incredibile… mi avete sorpreso e vi ringrazio con tutto il cuore. E allora… con i piedi sempre ben piantati per terra  e la testa tra le nuvole, per tornare a volare tra i castelli più belli d’Abruzzo, diamo vita a questa 38° puntata del “Giardino dei miei pensieri”, con il proseguo del nostro tour. Accendiamo i riflettori sul secondo appuntamento di questo speciale, attraverso il quale sorvoleremo le province dell’Aquila e Pescara  e vi assicuro che sarà un viaggio bellissimo…?

L’ itinerario odierno sarà abbastanza lungo, ma arriveremo a destinazione con lo sguardo incantato e il cuore stupefatto per quanta magnificenza regna nella nostra terra d’Abruzzo. La settimana scorsa eravamo pronti per il volo verso Calascio, e allora eccolo…

Speciale Castelli D’Abruzzo

Speciale-Castelli-d-abruzzo-rocca-calascio
Castello di Rocca Calascio (AQ) – Ph. @glamourpics.ph Dedica personalizzata a cura di @katiuscia.dm67 “…Un saliscendi di candide emozioni avvolge il mio sguardo… valichi innevati stringono al petto quel prezioso gioiello, incantato da secoli a contemplare scie di tramonti dorati che sposano manti di neve splendenti di lunare e immacolato fulgore… Castello di Rocca Calascio… che fiaba…”

CASTELLO DI ROCCA CALASCIO: Definito tra i più belli e suggestivi castelli d’Europa , domina un paesaggio mozzafiato tra cielo e terra. La Rocca, al culmine di un’altissima vetta di mt 1500, presenta un impianto regolare, con grandi torrioni a pianta circolare e una grossa torre al centro. Conserva ancora nitide strutture murarie e una rarissima merlatura originale. La costruzione della rocca risale all’anno 1000, edificata come torre di avvistamento.

Posta a dominio del versante meridionale del Gran Sasso, della Valle del Tirino, e della Piana di Navelli, ha sempre svolto una funzione di sorveglianza. Il castello è spettacolare soprattutto per la sua posizione dominante l’intero paesaggio circostante, ed e stato un set cinematografico per diversi film d’impronta medievale. L’Associazione Nuova Acropoli dell’Aquila si occupa della manutenzione ordinaria del castello, e s’impegna a tenerlo aperto per quanti vogliono visitarlo.

Castello Caldora - Speciale Castelli D’Abruzzo - Pacentro (AQ)
Castello Caldora – Ph. @seichiaracomeunalba15_ Dedica personalizzata a cura di @katiuscia.dm67 “…Antica fortezza, gioiello medievale… il Castello Caldora… un trio di torri, i riflettori accendono il crepuscolo e il loro splendore… gareggiano a chi tocca il cielo per prima… I monti adagiati nella penombra, come spalle possenti proteggono queste torri radiose, che riflettono bagliori di antico prestigjo nella cittadina di Pacentro…”

CASTELLO CALDORA (PACENTRO): Recentemente restaurato il Castello Caldora costituisce uno dei più interessanti complessi fortificati della regione. Inizialmente aveva una pianta triangolare, con una sola torre a nord per difendersi dagli attacchi nemici.

L’innalzamento della torre di nord-est, la più antica e alta 24 mt, si deve ai feudatari Gualtieri  e Pietrone nel XIII secolo; quando successivamente nel XV secolo passò ai Caldora, il castello fu ingrandito con l’aggiunta di altre due torri e dell’ala residenziale.

Dopo i Caldora lo tennero gli Orsini  che fecero costruire le torri cilindriche a protezione di quelle quadrangolari. Situato alla sommità del suggestivo borgo dall’architettura medievale, ed inserito nel Club dei Borghi più belli d’Italia, è senz’altro una delle più belle fortificazioni medievali abruzzesi. Le aperture e le visite  guidate sono curate dall’Associazione Culturale Pacentrana.

Castello Cantelmo - Pettorano Sul Gizio (AQ) - Speciale Castelli d'Abruzzo
Castello Cantelmo – Ph. @anselmotrasatti69

CASTELLO CANTELMO (PETTORANO SUL GIZIO): È uno dei presidi strategicamente più importanti della Valle Peligna. Dall’impianto irregolare del castello emerge l’imponente torre centrale di avvistamento a pianta pentagonale, nucleo originario della fortificazione. Il mastio venne successivamente circondato da una cinta muraria.

Le torri circolari ai due angoli nord-ovest e sud-est del recinto, consentivano una efficace difesa di fiancheggiamento in aggiunta a quella frontale. In stato di abbandono per parecchi decenni è stato restaurato negli anni ’90. Attualmente è sede del Centro visite della Riserva Monte Genzana Alto Gizio, e ospita diverse mostre permanenti e temporanee.

Castelli d’Abruzzo

Castello Piccolomini - Celano (AQ) - Speciale Castelli d’Abruzzo
Castello Piccolomini – Celano (AQ) Ph. @cdigiammarco

CASTELLO PICCOLOMINI: situato nel centro storico di Celano , protetto da una possente cinta muraria, si affaccia maestoso sulla sottostante piana del fucino.

Appartenente alla tipologia di residenza fortificata, è costituito da un blocco centrale di forma rettangolare, e da 4 torri angolari merlate. Nato come fortezza militare alla fine del XIV secolo, fu successivamente ampliato e trasformato in palazzo residenziale da Antonio Todeschini Piccolomini. Altre famiglie nobili si alternarono nel corso dei secoli fino a divenire proprietà demaniale nel 1938.

Subì gravi danni in seguito al terremoto del 1915 e al secondo conflitto mondiale, e dopo un lungo periodo di abbandono nel 1940 furono avviati i lavori di ricostruzione.

Dal 1992 il castello è sede del Museo Nazionale di arte sacra della Marsica, ed ospita inoltre una sezione archeologica dedicata alla Collezione Torlonia. La struttura presenta anche una sala conferenze, sale per esposizioni temporanee e spazi per performance musicali e teatrali, e locali per laboratori didattici.

Forte Spagnolo - L’Aquila (AQ) - Speciale Castelli d’Abruzzo
Forte Spagnolo – L’Aquila (AQ) – Ph. @stefanoscarsella_photo

FORTE SPAGNOLO: noto anche come Castello cinquecentesco, è una fortezza situata all’Aquila , costruita nel corso di un grandioso progetto di rafforzamento militare del territorio, avvenuto durante la dominazione spagnola in Italia meridionale nella prima metà del ‘500. Fu utilizzato nel ‘600 come residenza del governatore spagnolo, successivamente come alloggio per i soldati durante l’ultima guerra mondiale, e nel 1902 fu dichiarato monumento nazionale.

La fortezza si presenta a pianta quadrata con massicci bastioni a 4 angoli; è contornato da un profondo fossato, ed è accessibile da un ponte in muratura, circondato da un enorme parco alberato. Restaurato nel 1951 è sede del Museo Nazionale d’Abruzzo, e sede di mostre e convegni.

Ed ora vi porto tra i castelli della mia provincia , venite voliamo nel Pescarese.

Castello di Salle (PE) - Speciale Castelli d’Abruzzo
Castello di Salle (PE) – Ph. @passantemoreno

CASTELLO DI SALLE: immerso nell’incantevole Riserva Naturale della Valle dell’Orta. Le sue origini sono anteriori all’anno 1000  costruito come feudo dell’Abbazia di S. Clemente a Casauria. La sua funzione fu inizialmente a scopo difensivo e successivamente a scopo abitativo. Diverse furono le famiglie che a partire dal ‘500 si succedettero nella proprietà del castello.

La struttura eretta in pietra della Majella, è occupata per metà dalla Chiesa del Beato Roberto da Salle. La facciata principale offre 3 diversi ingressi con feritoie da cui ancora escono i fusti di cannone. Sul lato nord vi è l’ingresso al museo, al quale si giunge attraverso un lungo viale circondato da giardino.

L’intero castello risulta coperto da un terrazzo con parapetto in muratura merlato, dal quale si ergono due torri. Il castello di Salle è oggi in parte occupato dall’abitazione del barone di Genova di Salle, e per l’altra dal Museo Medievale Borbonico.

Castello Ducale Cantelmo - Popoli (PE)
Castello Ducale Cantelmo – Popoli (PE) – Ph. @steven_bianchi_23

CASTELLO DUCALE CANTELMO: Situato alle pendici del monte Morrone, circondato da un paesaggio naturale incantato, è simbolo della città di Popoli e dalla sua altura domina tutta la zona circostante. Fu costruito intorno all’anno 1000, ma venne profondamente trasformato alla fine del XV secolo dai Cantelmo.

Il castello fu residenza di questa famiglia fino al 1480. La pianta delle mura è triangolare, e al vertice più alto del triangolo si trova l’originale torre d’avvistamento pentagonale, mentre più in basso si trovano una torre a pianta quadrata e un torrione cilindrico. Il castello i cui ruderi sono stati restaurati, è attualmente visitabile.

Tocco Da Casauria (PE)
Tocco Da Casauria (PE) – ph. @stradadeiparchi

CASTELLO CARACCIOLO: Sorge alle pendici del Monte Morrone, e domina il paese di Tocco Casauria. Costruito nella prima metà del ‘400, di pianta quadrangolare, ha 4 bastioni d’angolo, nove ambienti al piano terra e altrettanti al primo piano. Nel corso dei secoli diverse famiglie si sono succedute nella residenza all’interno del castello, le quali lo hanno sottoposto a lavori di trasformazione e restauro.

Nel 1860 vennero costruite delle torri merlate, e fu realizzato il rifacimento della facciata di prospetto, in quella che vediamo oggi con i 3 portoni di accesso, le finestre bifore e lo scalone interno centrale.Attualmente il castello è sede del Museo della Civiltà Contadina.

Castelli D’Abruzzo - Castello di Stesrlich Aliprandi - Nocciano (PE)
Castello Stearlich Aliprandi – Nocciano (PE) – Ph. @justgovoyage

CASTELLO DE STERLICH – ALIPRANDI: imponente castello domina il paese di Nocciano, situato tra le valli del Cigno, del Pescara e della Nora. La sua costruzione risale all’anno 1000. La sua storia è legata a quella della famiglia De Sterlich – Aliprandi, che ne rimase proprietaria fino alla metà del XX  secolo, e ne trasformò l’aspetto  da costruzione difensiva a residenza signorile. Attualmente è sede del Museo delle Arti, il quale occupa parte della sala del castello e ospita una collezione permanente di alcuni artisti abruzzesi contemporanei.

Castello Chiola - Loreto Aprutino (PE) - Castelli d’Abruzzo
Castello Chiola – Loreto Aprutino (PE) – Ph. @izabeladolabela

E ora un’ ultima rapida volata presso il CASTELLO CHIOLA: posizionato su un colle sul quale sorge Loreto Aprutino, piccola cittadina il cui centro storico conserva l’aspetto medievale. Le prime fonti storiche relative a questo castello risalgono al 864 d.c., e sono relative ad una fortificazione longobarda. In seguito passò alle famiglie dei D’Aquino, D’Avalos e Caracciolo.

Nel 1843 il castello divenne proprietà della famiglia Chiola che lo abitò fino al 1995 e ne curò il restauro. Oggi è utilizzato come lussuosa struttura alberghiera e congressuale.

Allora il nostro viaggio fra i nostri castelli più belli si conclude qui. L’Abruzzo, terra caratterizzata dal forte legame tra paesaggi e storia, i quali fondono tra loro, creando un’atmosfera magica, fuori dalla norma. I castelli “dialogano” con la natura circostante, dando vita ad una sinergica complicità che lascia immergere i turisti in una realtà sorprendente e fiabesca… una passeggiata d’altri tempi…

Spero che questa lunga maratona tra i castelli più belli d’Abruzzo sia stata di vostro gradimento e vi aspetto numerosi per poter vivere queste meraviglie dal vero. Il prossimo appuntamento con Il Giardino dei miei pensieri sarà tra 15 giorni, mi concedo un po’ di respiro, questo lungo tour è stato abbastanza impegnativo. Vi abbraccio, e grazie di cuore a tutti voi per la vostra partecipazione.?
A presto.
                       Katiuscia

il-giardino-dei-miei-pensieri
Leggi tutti gli articoli di Katiuscia




RIMANI SEMPRE AGGIORNATO!!!





 1,226 total views,  3 views today

90 / 100 SEO Score
Please follow and like us:

1 Trackback / Pingback

  1. 37° Castelli d'Abruzzo I - Il giardino dei miei pensieri - we are in Abruzzo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*