Cristina Cocco si racconta a we are in Abruzzo – 2020

Cristina Cocco
Uscire di questi tempi è diventato un lusso ma non rinuncio di certo a farmi bella e soprattutto a vestirmi in an up to date way!!!

Un’intervista esclusiva a Cristina Cocco, in visita in Abruzzo queste estate.
Nel suo sito lei si definisce come: “Italo Canadese, amo l’Italia e la sua arte, cultura e gastronomia. Dal Fashion al Food per passare dal Beauty all’Arte”

Da una ricerca che ho fatto, ho visto che sei nata in Canada e che hai origini italo-cilene. Mamma di due figli, appassionata d’arte e ora anche food blogger!

Cristina viene spesso Abruzzo, dove ha una casa di famiglia, e tramite le sue Stories ho avuto il piacere di conoscerla. Su Instagram e sul suo Blog ha deciso di raccontare la sua ultima vacanza a Pescara e Montesilvano, a settembre, ai suoi 160mila follower. Però vorrei lasciare a te Cristina raccontare la tua esperienza.

In Italia dove vivi?

Vivo tra Milano, Bergamo e Brescia, in una zona con tanti spazi aperti a due passi all’Oasi delle Foppe, un’area naturale protetta vicino a Trezzo sull’Adda. È un posto che mi permette di stare all’aria aperta e a contatto con la natura, cose che amo tantissimo. Quando voglio dedicarmi allo shopping o visitare un museo mi bastano pochi chilometri per raggiungere velocemente le città più grandi.

Cosa ti ha portato in Abruzzo?

Le mie origini e la storia della mia famiglia. Sono nata in Canada, dove i miei genitori si sono conosciuti e innamorati al ballo scolastico di fine anno. Mamma cilena e papà… abruzzese! Quando avevo 13 anni siamo tornati in Italia, la nostra casa era a Brittoli dove mio padre vive ancora oggi. Io e mia sorella abbiamo frequentato la scuola a Penne e Pescara e ho trascorso la mia adolescenza con amici che amavano ritrovarsi a Pescara, sotto la Nave di Cascella. Anche se poi mi sono trasferita prima a Roma e poi in Lombardia, l’Abruzzo ce l’ho davvero nel cuore.


Tanta roba le granite degli indimenticabili carrettini in spiaggia!! ⛱ ⛱⛱⛱⛱⛱⛱⛱⛱⛱⛱
Non siete d’accordo?!?

Che impressione hai della nostra terra?

Bellissima, naturalmente. In Abruzzo c’è davvero tutto ciò che si può desiderare per una vacanza, e non solo! È una regione meravigliosa anche per viverci e penso di essere stata davvero fortunata ad aver avuto questa opportunità. C’è un mare splendido, ma anche una montagna mozzafiato sia d’estate che in inverno. La storia è ricca di antiche tradizioni che ancora oggi sono vive grazie alla gente del posto, persone dalla forza e dal carattere unico. Non solo la natura è spettacolare, ma anche arte e cultura non mancano sia nei piccoli borghi che nelle città.

“Vado pazza per questi paccheri? Ho apprezzato molto la qualità dei prodotti e il servizio impeccabile del pluri stellato ristorante da Vittorio! Tanta professionalità nel rispetto delle norme anti covid_19. Cena indimenticabile e attenzioni riservate a noi ospiti di Borgo Glazer♥️”

Da food blogger… che ne pensi della cucina Abruzzese?

La adoro, non soltanto quando vado nei ristoranti, ma anche a casa. Ho ricordi molto belli di quando mia nonna preparava il brodo caldo e altre ricette tradizionali. Me le ha insegante e io oggi le porto avanti cucinandole con i miei figli: sono due maschi, ma ai fornelli si appassionano sempre. Anche mia mamma era una brava cuoca e quando è venuta in Italia con mio padre ha imparato molto sui piatti tipici abruzzesi. Ha aperto un ristorante a Montesilvano dove il menù era soprattutto a base di pesce e molto ispirato alla cucina locale: è stato un grande risultato!

La cucina abruzzese è varia come il suo panorama e le materie prime sono ottime, dal pesce alla carne. Sul mio profilo Instagram condivido sempre le foto dei piatti che gusto anche nei locali: primi di pesce, secondi di carne e dolci. Un posto che non dimenticherò mai è la bottega del macellaio di Carpineto, dove andavamo a comprare i migliori arrosticini della zona: la gente ci arrivava fin da Pescara!


Eccomi all’inaugurazione di Borgo Glazel! Che onore esserci?
Questo Borgo è nata grazie all’impegno e duro lavoro di Claudia, moglie di Andrea Bignotti, della famosa Cantina Bignotti, la wedding planner nata e cresciuta in Valle Camonica che dopo sei anni di progettazione e ristrutturazione ha trasformato Borgo Glazel nella location più esclusiva per eventi e matrimoni in Valle Camonica!!!

Quando torni in Abruzzo, ti fermi solo nel pescarese o fai un giro anche nelle altre province?

Ho intenzione di viaggiare spesso attraverso tutto l’Abruzzo perché molti posti li conosco fin da quando ero una ragazzina. Mi piacerebbe ritornarci e voglio che i miei figli li vedano.

In realtà vorrei condividere e far conoscere la bellezza dell’Abruzzo non solo a loro, ma a tutte le persone che mi seguono sui social. Con loro ho in comune tanti interessi e passioni e credo che proprio per questo motivo si appassionino alle mie Stories.

Sono sicura che posti che amerebbero scoprire qualcosa in più su posti come Passo Lanciano, la Val di Sangro, Capestrano, Ofena, Chieti e poi tutto l’aquilano! Ci sono certamente anche tanti piccoli luoghi segreti che non ho mai visto, ma qui devi essere tu e we are in Abruzzo a darmi i consigli giusti!

Cristina Cocco in Esclusiva per we are in Abruzzo

Hai già mangiato nei trabocchi? Se è sì raccontaci la tua esperienza…se è no raccontaci se ti piacerebbe come esperienza e perché?

Certo che sì! I trabocchi sono così caratteristici della costa abruzzese che è quasi obbligatorio andarci a pranzo o a cena. Mangiare il pesce fresco in queste affascinanti strutture a palafitta sospese sull’acqua è un’esperienza che regala sicuramente un’emozione in più.

Il sapore di un piatto è più intenso quando è accompagnato nell’anima da una forte sensazione e sui trabocchi si sta a tavola guardando il mare blu sconfinato. Se non mi fosse mai successo e qualcuno mi raccontasse che cosa si prova, non vedrei l’ora di farlo!

Eccomi a Pescara sulla passeggiata, (lungo la battaglia del porto), che arriva direttamente ai trabocchi!!! Sono spettacolari e allo stesso tempo romantici

Raccontaci quali sono le tue aspettative per i prossimi anni?

Le mie aspettative per il futuro sono fatte di progetti concreti da costruire giorno per giorno, a piccoli passi, con costanza e pazienza. Ambizione e desiderio di realizzare i propri sogni fanno parte della vita di tutti ed è importante seguirli fino in fondo, impegnarsi per farli avverare.

Credere nelle proprie idee ci dà l’energia giusta per affrontare ogni sfida, anche la più difficile. Se c’è una cosa che mi aspetto è continuare a lavorare per essere ed esprimere ciò che sono realmente, non costruire una Cristina finta.  Un’influencer o una fashion blogger senza “debolezze” ed elementi di normalità è un’illusione e non mi rispecchia. Per questo scelgo semplicità e sincerità, valori per me importantissimi. 

Piacevole il tepore dell’antico benessere in queste serate in cui il fresco inizia a pungere

Per concludere ci racconti qualcosa in più su di te?

Dirvi qualcosa in più su di me vuol dire parlarvi dei miei grandi amori oltre alla famiglia, il cibo, la moda e la montagna. Mi riferisco all’arte e ai viaggi. Creatività e spirito di avventura fanno parte del mio DNA, li ho ereditati dai miei genitori e ho sempre sentito il bisogno di esprimerli e condividerli per sentirmi davvero realizzata.

La passione che ho messo negli studi all’Accademia di Belle Arti e come insegnante di storia dell’arte, insieme al mio istinto globetrotter, sono gli ingredienti del mio modo di vivere giorno per giorno. Cogliendo sempre quello che il momento ci regala.

Cristina Cocco la trovi su:

InstagramFacebookBlog Personale

il-giardino-dei-miei-pensieri
Un viaggio in Abruzzo con la poesia di Katiuscia Di Michelle

 496 total views,  5 views today

89 / 100
Please follow and like us:

Commenta per primo

Lascia un commento