32 – Campli (TE) – Il giardino dei miei pensieri

Salve cari lettori, bentornati tra i viali del mio giardino. Spero abbiate trascorso serenamente le festività natalizie e che le giornate belle e soleggiate che ci accompagnano in questi giorni, possano avervi preso per mano conducendovi tra le nostre montagne innevate e le nostre spiagge, suggestive anche d’inverno per chi ama ascoltare e contemplare il mare.

Oggi vi scrivo dalla veranda del mio giardino, l’aria è gelida, e tra gli alberi ormai spogli mi incanto a guardare i volteggi del mio pettirosso, che ogni anno di questi tempi viene a trovarmi facendo capolino tra i cespugli. La stagione invernale evoca i monti, la bellezza dei borghi incantati tra le cime innevate, i camini accesi, e la gente di paese, schietta, genuina, con il sole e la natura nel cuore.

Allora celebriamo questo 32° appuntamento con la mia rubrica “Il giardino dei miei pensieri”, il primo di questo nuovo anno, recandoci in una bella cittadina montana, oggi vi porto a Campli.

CAMPLI

In provincia di Teramo, abbracciata dai Monti Gemelli, nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, la cittadina di Campli si erge su un pianoro tra le valli dei torrenti Siccagno e Fiumicino. Di origine antichissima Campli mostra ancora oggi nel tessuto architettonico la sua passata grandezza, a testimonianza di ciò vi sono innumerevoli monumenti ed edifici capaci di suscitare stupore per la loro bellezza ed autenticità. Le sue viuzze e le sue mura sono un unico grande scrigno colmo di storia e di tesori d’arte, ed è uno dei Borghi più belli d’Italia.

Campli è un vero e proprio “scrigno di tesori” custodito nel cuore della collina teramana. Un’incantevole città d’arte, dove storia e cultura, tradizione e culto religioso si fondono assieme creando un mix unico nel suo genere. Abitata sin dall’epoca preromana, Campli conosce il suo massimo splendore nel Medioevo, quando sotto il controllo dei Farnese diventa luogo d’incontro dei pittori e artisti provenienti dalle scuole di maestri come Giotto e Raffaello. Capolavori che ancora oggi impreziosiscono i principali monumenti del centro storico e dei paesi vicini, dalla Cattedrale di S. Maria in Platea, alla chiesa di S. Francesco, dal convento quattrocentesco di S. Bernardino alla chiesa dedicata alla Madonna della Misericordia. Di grande valore artistico e religioso anche la chiesa di S. Paolo.Presso Piazza S. Francesco è situato il Museo Archeologico Nazionale; dove si possono trovare molti reperti delle necropoli di Campovalano.

Ph @archidig

Il centro storico di Campli offre pregevoli esempi di architettura civile medievale e rinascimentale, ad iniziare dalla Casa del Medico sino all’imponente Palazzo Parlamentare , detto Palazzo Farnese, con le caratteristiche trifore ed i suoi archi che compongono un bel porticoNel 1772 Campli ottenne il privilegio di erigere il Santuario della Scala Santa, uno dei luoghi di culto più interessanti del Centro Italia: 28 gradini in legno che i fedeli percorrevano in ginocchio i preghiera. I dipinti che ricoprono le pareti laterali sono la rievocazione della passione di Cristo.Degna di nota anche la Cappella di S. Andrea Apostolo, nella quale si conserva la tela della Madonna con Bambino di Giovanni Battista Ragazzini.

Ph. nataliya_proskuryna_pictures

Una visita a Campli invita anche a una passeggiata nei sobborghi medievali di Castelnuovo, dove si può ammirare la maestosa  Porta Angioina, rarissimo esempio di architettura militare di difesa del XIII secolo, e quello di Nocella con la Torre del Melatino.

L’economia della cittadina è caratterizzata dall’attività di aziende di grandi e piccole dimensioni, che svolgendo il proprio lavoro con passione ed entusiasmo custodiscono le tradizioni locali e la cultura dei luoghi. Campli è caratterizzata da numerose frazioni, tra cui Floriano Alto, da cui è possibile scorgere un panorama mozzafiato, e la frazione di Campovalano, rinomata per il pregiato tartufo locale. Per gli amanti del trekking l’ideale è una passeggiata sul Monte Foltrone.

Ph. @fagnani_gabriella

Numerosi sono gli eventi e le manifestazioni che si svolgono  a Campli. La festa gastronomica più antica d’Abruzzo è la Sagra della Porchetta Italica di Campli, che si svolge nella settimana che segue il Ferragosto. Dal 1964 Campli si assegna il titolo di migliore porchetta dell’ anno. Tra gli eventi degni di nota ricordiamo la festa di S. Maria SS Vergine, la Novena dell’Immacolata, la sagra del tartufo di Campovalano nella seconda settimana di luglio, un appuntamento gourmet ormai ventennale, in cui i piatti tipici della tradizione incontrano il gusto del tartufo della Laga. Da menzionare anche la Sagra del Timballo di Floriano che si svolge tra la fine di luglio e gli inizi di agosto. La “Traversa in festa”  che si svolge nella località La Traversa nella seconda settimana di giugno: un’ invitante rassegna di piatti tipici locali, ed infine il Campli Music Festival, che si svolge la terza settimana di luglio, durante il quale il centro storico di Campli si anima con i migliori artisti del panorama musicale nazionale ed internazionale, che propongono grandi concerti che spaziano dal jazz al rock, alla musica d’autore.

Allora la nostra escursione a Campli si conclude qui. Venite a visitare questo scrigno che conserva un inestimabile patrimonio storico, artistico e culturale, che fanno di questo borgo un gioiello da conservare e conoscere.Un piccolo tesoro paesaggistico che vi saprà rapire con il suo prestigioso e antico fascino. Vi aspettiamo. A presto.

                       Katiuscia

Iscriviti per ricevere le novità!!!

 1,029 total views,  2 views today

84 / 100 SEO Score
Please follow and like us:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*