Il giardino dei miei pensieri – Civitella del Tronto (TE)

Ph. @navitaccia

Salve cari lettori, ben ritrovati nel mio giardino. Vi vedo… rilassati… spero abbiate trascorso le vostre vacanze in terra d’Abruzzo, godendo delle superbe bellezze delle località marine e montane. Siamo giunti al 20° appuntamento con la mia rubrica “Il giardino dei miei pensieri”, e oggi voglio accompagnarvi in una bella escursione di fine estate in uno dei borghi più belli d’Abruzzo:

Civitella del Tronto

Civitella del Tronto
Ph. @chanel71forever
“ascolta il tempo che passa scandido da austero campanile, ascolta la pioggia che bagna le mura impregnate di storia e di ricordi… passeggiata solitaria di alcuni cani che spensierati vagano sulla via deserta…” @katiuscia.dm67

Splendida cittadina in provincia di Teramo, è situata su una rupe rocciosa, ed è sovrastata dalla sua fortezza, ultimo baluardo dei Borbone e del Regno delle Due Sicilie. Località particolarmente interessante, poiché unisce alla bellezza architettonica, ambienti integri, di notevole suggestione, come le Gole del Salinello, tra le più spettacolari di tutto l’appennino, che per la natura aspra e isolata ospita numerosi eremi, come la Grotta di S. Angelo, l’Eremo di S. Maria Scalena e la Grotta di S. Marco.

È un luogo di impareggiabile bellezza Civitella del Tronto, situato al confine con le Marche, si adagia nel territorio del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, ed è dominato ad ovest dai due massicci dei Monti Gemelli, divisi tra loro da una profonda gola, nella quale scorre il fiume Salinello, che forma uno dei più spettacolari canyon all’interno della regione. Ma quello che balza subito all’occhio del visitatore, al di là della presenza di interessanti chiese, come quella di S. Francesco, di S. Maria degli Angeli, del convento di S. Maria dei Lumi, o l’antica abbazia benedettina di S. Maria di Montesanto, è l’incredibile fortezza che sovrasta il paese su tutta la sua lunghezza.

Si tratta di una delle più importanti opere di ingegneria militare mai realizzata sul territorio italiano. I primi documenti ad attestarne l’esistenza risalgono all’anno 1000. La struttura realizzata in prevalenza con blocchi squadrati di travertino, si compone di architetture di varie epoche, articolate su diversi livelli, collegate tra loro da rampe ottocentesche, e sviluppa le sue costruzioni su una pianta di forma ellittica, che occupa e ricopre l’intera area sommitale dell’altura.

La fortezza ospita molte interessanti architetture, come la Piazza del Cavaliere, la Piazza d’Armi, la Grande Piazza, il Palazzo del Governatore  la Chiesa di S. Giacomo. Qui si trova anche dal 1988 il Museo delle Armi e delle Mappe Antiche.

La principale attività economica di Civitella del Tronto è il turismo, considerando sia i numerosi monumenti che la abbelliscono, in primis la fortezza spagnola, sia la bellezza del contesto naturale. Le strutture alberghiere sono abbastanza sviluppate, mentre sull’area della Val Vibrata si trovano soprattutto piccole e medie aziende impiegate nel settore tessile.

Molti sono gli eventi che animano il paese, spesso legati alla devozione popolare, che tanta parte ha nel turismo e nelle attività quotidiane, vista la presenza di numerosi santuari, eremi e chiese. Tra le più importanti c’è la festa di S. Maria dei Lumi, tra il 25 e il 27 aprile, con tanti eventi e fuochi d’artificio. Spettacolare anche la festa di S. Ubaldo il 16 maggio. È comunque la fortezza spagnola ad ospitare il calendario più fitto, con manifestazioni, i suoi spazi interni ed esterni, in particolare sono da ricordare i festeggiamenti per Hallowen il 31 ottobre, e quelli per S. Martino l’ 11 novembre.

Ph. @fiorefanesi
“Mi ritrovai in un atrio, a volteggiare nel tempo… nell’aria il profumo di spazi senza confini, gioiosa di poter prendere le nuvole tra le mie braccia, una colata di azzurro tra le mie mani… afferrare il cielo… Un’antica balaustra sorreggeva premurosa i miei pensieri, ma le mie ali erano già spiegate, pronta a spiccare il volo verso la cittadina baciata da verdi praterie, e da quell’aria rarefatta in cui si respira l’ infinito…” @katiuscia.dm67

Civitella del Tronto è il luogo ideale per effettuare escursioni nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Nella frazione di Ripe si può visitare Grotta S. Angelo, un eremo ricavato da una grotta naturale, dove recenti scavi archeologici hanno riportato alla luce testimonianze dell’età del bronzo e del neolitico. Ma come citato in precedenza, sono le Gole del Salinello, uno dei valloni più spettacolari di tutto l’appennino ad attrarre i visitatori, offrendo un panorama di singolare bellezza, i cui sentieri sono tra i più interessanti  del Parco Nazionale del Gran Sasso. Tra il fragore delle cascate può capitare di avvistare l’aquila reale, lo sparviero, il falco pellegrino, il picchio muraiolo.

Civitella è anche una meta popolare per quanto riguarda l’arrampicata sportiva e il nordic walking. Splendida in particolare la vista che si può godere dalla cima che va dal Monte Conero alle coste della Dalmazia.

Grazie ai suoi splendidi panorami e agli scorci sul paese, ricchi di suggestione, Civitella del Tronto è stata spesso scenario di riprese per trasmissioni dedicate alla bellezza del territorio, ed ha anche vinto il titolo di Borgo più bello d’Abruzzo nel 2015.

Allora questa fantastica cittadina vi invita a visitarla approfittando di queste belle giornate di fine estate.La nostra passeggiata si conclude qui e vi aspetto per il prossimo viaggio in terra d’Abruzzo. A presto.

                       Katiuscia

weareinabruzzo consiglia…

Birrificio La Fortezza

Leggi tutti gli Articoli di Katiuscia Di Michelle

Torna in Home

153 Visite totali, 1 visite odierne

Please follow and like us:
0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*